top of page

Bunker 5 Brigata Lucca


Ci piace ascoltare il suono di circuiti e avvolgimenti dei piccoli elettrodomestici, amiamo la sinfonica confusione dei campi elettromagnetici delle città, con i loro lampioni, le reti wi-fi, i semafori… Registriamo i suoni dei campi elettromagnetici - EMF - in ogni dove, creando ricordi sonori – le nostre “cartoline elettromagnetiche”: abbiamo inciso gli EMF dei bar di paese, di una fabbrica tessile, di un borgo medievale, di una fondazione d’arte, delle nostre case e di molte città; le persone si incuriosiscono sempre e molte volte ci chiedono se i nostri dispositivi sono anche capaci di rivelare le voci di spiriti e fantasmi.


Non abbiamo mai pensato di interessarci allo spiritismo con le nostre esplorazioni elettromagnetiche: Audiomanzia, l'open call proposta dal Centro d'Arte di Padova in collaborazione con il SaMPL – Sound and Music Processing Lab del Conservatorio “C. Pollini” ci ha dato l’opportunità di condurre la nostra prima investigazione paranormale. 


Misuratori e registratori di campi elettromagnetici sono tra gli strumenti irrinunciabili di una buona caccia al fantasma; Specter.fandom.com afferma: “un misuratore EMF misura i campi elettromagnetici emessi da cavi difettosi e onde radio, ma gli investigatori insistono sul fatto che può anche rilevare gli spiriti”. Nel sito SpiritsHack.co.uk si legge: “una delle forme più comuni di attrezzature per la caccia ai fantasmi è chiamata Spirit Box o Ghost Box, un piccolo equipaggiamento che scansiona le onde radio alla ricerca di spiriti che tentano di comunicare attraverso rumori o altri suoni. I sostenitori di Radio Voice Phenomenon (RVP) affermano di essere in grado di utilizzare apparecchiature radio per comunicare con fantasmi e spiriti”. 



Quest’ultima citazione ci ha fatto capire quale – tra i dispositivi che già impieghiamo – fosse il più adatto per la nostra nuova ricerca sonora-paranormale: abbiamo optato per un modello di SOMA Ether, così descritto dal suo costruttore:


“riceve tutte le interferenze e le radiazioni che una radio tradizionale cerca di eliminare per creare un segnale pulito. Cattura le onde radio "così come sono" da hertz a gigahertz perché non contiene il circuito di ingresso sintonizzato che filtra tutte le frequenze tranne la banda stretta di una stazione specifica. Ciò consente a ETHER di percepire il paesaggio elettromagnetico invisibile che gli esseri umani hanno creato involontariamente (...). Come ispirazione per questo progetto, ho preso il design delle primissime radio che non avevano la rotella di sintonia”.

Per essere sicuri di riuscire a incontrare i fantasmi, ci siamo recati in un luogo dove sono avvenute migliaia di morti cruente: siamo andati in riva al fiume Piave, lì dove è stata combattuta la terribile battaglia del Solstizio nel giugno del 1918. Siamo entrati nel bunker 5 della Brigata Lucca e abbiamo registrato la nostra permanenza nello spazio.





Non vogliamo influenzare gli ascolti, ci limitiamo a scrivere una breve scaletta descrittiva della registrazione che state per ascoltare:


  • da 00:00 a 00:34  state ascoltate le onde radio così come sono. Siamo all’ingresso del bunker.

  • da 00:34 a 01:20 si possono udire improvvisi sbalzi di volume e la comparsa di una pulsazione ritmica: in questo momento ci troviamo nella sala principale del bunker, vicino alla feritoia impiegata dagli italiani per sparare ai soldati  austriaci sulle rive del fiume. Le pulsazioni soffocate dal rumore bianco ci hanno indotto a utilizzare l’equalizzazione per escludere frequenze medie e alte ed esaltare le basse frequenze.

  • da 01:20 a 01:28 dopo una veloce transizione, ascoltate solo le basse frequenze

  • da 04:08 a 06:00 attratti da alcuni sfrigolii abbiamo creato una nuova transizione per tornare ad ascoltare la fascia completa delle frequenze, esaltando maggiormente le alte.


Bunker 5 Brigata Lucca è stato selezionato dalla Open Call di Audiomanzia assieme ad altri 6 brani, scelti tra quasi 250 candidature da tutto il mondo.

Ecco l'elenco completo dei brani selezionati e proposti in concerto acusmatico il 19 Maggio 2023 presso Circolo Nadir a Padova, in un evento parte del festival Audiomanzia:

  • Berk Yagli – Zen Of Aggression

  • Filippo Mereu – Attitu

  • Pier Alfeo – Il Seme dell’Astio

  • Bruno Cunha – Post-Brasilis

  • Panayiotis Kokoras – Magic

  • Maria Christine Muyco – Uma’ (Farm) Dwellers and Whisperers

  • L’Impero della Luce – Bunker 5 Brigata Lucca

Prossima tappa di Audiomanzia: Manchester Metropolitan University! Restate connessi per più informazioni.



Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page